Chi sono

Paola Cortesi

Sono figlia di un’emiliana e un romagnolo,  moglie di un imprenditore nella ristorazione, madre di due meravigliose ragazze. Abito in un paese della provincia di Reggio Emilia, Novellara, conosciuto per aver dato i natali ad Augusto Daolio, cantante del gruppo i Nomadi.

il mio lato romantico

Penso di aver ereditato dai miei nonni il romanticismo e la curiosità dei viaggiatori e la sete di conoscenza delle diverse culture. Quando non sono in viaggio, sogno ad occhi a aperti: di essere su un’isola tropicale e di nuotare coi delfini o sul pendio di una costa frastagliata a osservare le onde imponenti dell’oceano oppure di essere sdraiata con il viso rivolto verso un cielo scuro pieno di stelle.

il mio lato razionale

In contrapposizione possiedo un lato razionale, infatti mi appassionano le novità tecnologiche e l’ informatica. A fine anni ’90 primi anni 2000, quando la rete è diventata più veloce mi si è aperto un mondo, potevo viaggiare virtualmente e con la fantasia in ogni parte del globo e capii da subito che il world wide web sarebbe potuto diventare una potenza anche per il turismo e le agenzie di viaggio.

Le mie passioni

Amo molto l’acqua, nei miei viaggi deve esserci sempre qualcosa dove immergermi, un lago, il mare calmo o tempestoso, un cenote in Messico, un wadi in Oman, se invece vado a visitare una città quando è possibile cerco strutture con piscine o centri benessere. Pertanto mi piace nuotare e andare in barca a vela, anche se soffro un po il mal di mare.

Gli animali sono esseri speciali, un giorno vorrei abbracciare un leone o una tigre durante un safari africano.

Trovare momenti per camminare o pedalare prima di rilassarmi su un lettino da spiaggia o in una camera d’albergo o prima di iniziare a lavorare, è veramente importante per me, mi fa sentire viva e soddisfatta,

I miei sogni

Da bambina sognavo di fare l’hostess di volo, amavo osservare le scie degli aerei e immaginare dove sarebbero atterrati, ascoltare e imitare i bambini vicini di ombrellone parlare la loro lingua era un gioco divertente che condividevo con amici e fratello. Sognavo e sogno ancora di girare il mondo con la mia famiglia, per questi motivi, alle superiori, scelsi il percorso per operatore turistico. Dopo la maturità, nonostante abbia scelto altre strade, ho sempre coltivato le mie passioni per le lingue straniere e le culture degli altri popoli, tenendo in un cassetto i miei sogni che gradualmente sto realizzando.

Da quasi 10 anni sono consulente di viaggio, dopo varie esperienze, penso di aver trovato l’agenzia che fa per me e nella sua titolare e nei miei colleghi persone fantastiche e pieni di idee con i quali crescere insieme

Perchè sognare

Sapete bene i sogni son desideri, tutti noi abbiamo bisogno di sogni e obiettivi per motivarci ogni giorno della nostra vita e per vivere meglio!
Non è facile essere sinceri ed onesti con se stessi, ascoltare il proprio cuore e i propri desideri, spesso ci adattiamo agli avvenimenti, ci abituiamo alla routine, vogliamo rimanere nella zona di confort per timore del nuovo, così lasciamo i nostri sogni chiusi nel cassetto, finchè un giorno analizzando il passato, constatiamo che abbiamo fatto ben poco o nulla per realizzarli, ma è grazie a loro che siamo ancora carichi di gioia di vivere e quindi decidiamo di aprire il cassetto per far uscirli uscire uno ad uno con calma e ponderazione.